A A A




Lunedi 1 Maggio vi aspettiamo numerosi all' appuntamento del primo evento del Maggio Teatino 2017: la Festa del Majo 2017.

FESTA DEL MAJO
Anche quest’anno l’Associazione Camminando Insieme ripropone la festa del Majo che si svolge per le vie del Centro storico della città, partendo da Pza S.Giustino fino alla Villa Comunale dove si conclude con canti e balli tradizionali e la bruciatura del fantoccio del Majo.
Probabilmente la festa trae origine dai “Floralia” degli antichi Romani che festeggiavano con lauti banchetti il ritorno della bella stagione, dedicando alla dea Flora offerte di latte e miele per assicurarsi una Natura benevola, generosa di ricchi raccolti.
La società agro-pastorale della nostra regione ha raccolto questa eredità e in alcune località queste tradizioni vengono ancora rappresentate.
E’ una festa della natura che rinasce in armonia con l’uomo: il corteo festoso comprende gruppi di uomini e donne in abito tradizionale arricchito con nastrini colorati che rappresentano i germogli della nuova stagione , recano in braccio fasci di fiori raccolti nei propri giardini, in testa un cappello di paglia anch’esso fiorito. Non mancano giovinetti vestiti con tunica e recanti offerte: uno di loro impersona il Majo indossando un cappello conico ricoperto di fiori.
Oltre ai canti e balli tradizionali, verrà eseguito il ballo del palo intrecciato , rito propiziatorio, dalla cui riuscita dipendeva l’andamento della natura e dei raccolti; era propiziatorio anche il rito della bruciatura del fantoccio le cui ceneri venivano sparse nei campi per fertilizzarli.
L’Ass. C.I. da circa un decennio ripropone alla città alcune importanti tradizioni, come quella del Carnevale e del Majo per rivitalizzarle e tramandarle alle nuove generazioni (ecco perché importante il coinvolgimento della Scuola) nella speranza di riallacciare il senso della continuità tra la società urbanizzata dei ns giorni e le sue radici.
Vi aspettiamo per condividere la gioia di questa Festa,
Anche quest’anno l’Associazione Camminando Insieme ripropone la festa del Majo che si svolge per le vie del Centro storico della città, partendo da Pza S.Giustino fino alla Villa Comunale dove si conclude con canti e balli tradizionali e la bruciatura del fantoccio del Majo.
Probabilmente la festa trae origine dai “Floralia” degli antichi Romani che festeggiavano con lauti banchetti il ritorno della bella stagione, dedicando alla dea Flora offerte di latte e miele per assicurarsi una Natura benevola, generosa di ricchi raccolti.
La società agro-pastorale della nostra regione ha raccolto questa eredità e in alcune località queste tradizioni vengono ancora rappresentate.
E’ una festa della natura che rinasce in armonia con l’uomo: il corteo festoso comprende gruppi di uomini e donne in abito tradizionale arricchito con nastrini colorati che rappresentano i germogli della nuova stagione , recano in braccio fasci di fiori raccolti nei propri giardini, in testa un cappello di paglia anch’esso fiorito. Non mancano giovinetti vestiti con tunica e recanti offerte: uno di loro impersona il Majo indossando un cappello conico ricoperto di fiori.
Oltre ai canti e balli tradizionali, verrà eseguito il ballo del palo intrecciato , rito propiziatorio, dalla cui riuscita dipendeva l’andamento della natura e dei raccolti; era propiziatorio anche il rito della bruciatura del fantoccio le cui ceneri venivano sparse nei campi per fertilizzarli.
L’Ass. C.I. da circa un decennio ripropone alla città alcune importanti tradizioni, come quella del Carnevale e del Majo per rivitalizzarle e tramandarle alle nuove generazioni (ecco perché importante il coinvolgimento della Scuola) nella speranza di riallacciare il senso della continuità tra la società urbanizzata dei ns giorni e le sue radici.
Vi aspettiamo per condividere la gioia di questa Festa,
La merenda campestre della Festa del Majo 2017, lunedi 1 Maggio (panino con porchetta,frutta,dolce,vino e acqua, EURO 5) DEVE ESSERE PRENOTATA NON OLTRE SABATO 29.04 AI NUMERI 335 5486605 - 329 6285924, VI ASPETTIAMO!
FESTA DEL MAJO